Reiki nelle strutture sanitarie

Le strutture sanitarie in Italia e all'estero dove viene praticata la disciplina del Reiki

 

Diventa oggi sempre più importante evidenziare lo sviluppo della disciplina del Reiki nell'ambito sanitario al fine di comprendere le reali potenzialità e le modalità di utilizzo di queste meravigliose conoscenze.

 

Di seguito un elenco di casi in cui il Reiki è utilizzato con successo nelle strutture sanitarie in Italia e all'estero.

 

In Italia

  • L'A.O. Ospedale San Carlo Borromeo propone trattamenti di Reiki per chi ha un'emicrania ribelle ai trattamenti farmacologici e ha una storia di abuso di analgesici. Si può usufruire del trattamento presso il Centro di Medicina Psicosomatica dell'Ospedale San Carlo Borromeo di Milano. L'A.O.Ospedale San Carlo Borromeo è l'unica Azienda Ospedaliera pubblica in cui viene praticato Reiki e secondo tariffario S.S.N.: ciò è possibile nell'ambito dei progetti di Medicina Complementare approvati dalla Regione Lombardia. 
  • Il Servizio per le Tossicodipendenze e l’Alcologia (Ser.T) di Vicenza (ULSS 6) ha inserito tra i suoi programmi di recupero di soggetti alcool dipendenti anche la disciplina del Reiki. Da gennaio 2011 l’Associazione Culturale “Sorgente di Luce“ e " l'Accademia Superiore di Reiki" in collaborazione col Ser.T di Vicenza propone un progetto riabilitativo per soggetti alcool dipendenti dal titolo “Reiki For Me”.  
  • Il Collegio degli Infermieri (IPASVI) di Como ha inserito tra i suoi programmi di formazione anche la disciplina del Reiki. A ottobre 2008 è stato tenuto, dall’Associazione Culturale “Sorgente di Luce” (tenuto dal Master Diego Castiglioni), il primo corso dal titolo: “Seminario di Reiki di Primo Livello - L’utilizzo di tecniche complementari per il trattamento nell’assistenza infermieristica e autotrattamento nella gestione dello stress del professionista.” L’evento è stato accreditato ai fini ECM e gli sono stati riconosciuti 16 crediti per i due giorni di corso (per maggiori dettagli vedi il programma del corso dell’evento nelle pagine seguenti). 
  • In Italia il C.E.S.P.I. di Torino, ente di formazione per infermieri, include i seminari di Reiki tra i suoi programmi. 
  • La Struttura Complessa di Oncologia Medica delle Molinette di Torino, afferente al Polo Oncologico della Cittadella Ospedaliera, ha avviato, a partire dal 2003, il progetto “Reiki in Ospedale”. Scopo del progetto è di fornire un supporto ai pazienti del Centro Oncologico Ematologico Subalpino (C.O.E.S.), sottoposti sia a terapie mediche convenzionali, sia a cure palliative, attraverso la pratica del Reiki. Il progetto sta incontrando un vasto consenso fra i pazienti, che spesso richiedono un trattamento Reiki grazie all’esperienza positiva di un altro paziente. Dal 2005 i trattamenti di Reiki sono inseriti nella Guida ai Servizi aziendali e territoriali COES e sul sito ufficiale dell’Ospedale Molinette di Torino. 
  • Presso il Centro di Medicina Psicosomatica dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano è praticato Reiki a pagamento, con riferimento al tariffario del Servizio Sanitario Nazionale. 
  • L’Ospedale “Versilia” dell’Azienda Sanitaria della Regione Toscana ha inserito nei servizi a pagamento i trattamenti Reiki.

All’estero 

  • Il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York propone il Reiki come medicina integrativa. 
  • Nella Tucson Medical Center’s Reiki Clinic in Arizona, sono presenti operatori Reiki dal 1995 presso il reparto oncologico.
  •  Il California Pacific Medical Center in California, offre terapie complementari e integrative tra cui il Reiki. 
  • Negli USA i corsi di Reiki vengono inseriti dalle associazioni professionali tra quelli che danno diritto all’acquisizione di “crediti formativi”, chiamati in questo paese CEU (Continuino Education Units): per esempio un corso base di Reiki (il cosiddetto primo livello) dà diritto a 7 punti CEU presso l’American Holistic Nurses Association (AHNA) e presso il National Certification Board of Therapeutic Massage and Bodywork (NCBTMB). Per approfondimenti su questo punto contattare l’International Center for Reiki Training in Michigan. 
  • Memorial Sloan Kettering Cancer Center - New York. L'ospedale propone il Reiki come trattamento individuale per i degenti, a richiesta di questi ultimi. Nell'ospedale inoltre ci sono 6 dottori e 25 infermiere che usano Reiki. I corsi sono stati tenuti da Marylin Vega, che esegue trattamenti di Reiki ai malati, inclusi malati di cancro e trapiantati ai reni.  
  • Manhattan Eye, Ear and Throat Hospital - New York. Marylin Vega esegue trattamenti Reiki pre/post operazione e a malati di ogni genere.Vedi anche Memorial Sloan-kettering Cancer Center 
  • Women & Infant Hospital - Providence, Rhode Island - Reiki Clinic nel Dipartimento di Oncologia, gestita da Ava Wolf e Janet Wing. 
  • Rhode Island State Nurse's Association - Al suo interno si effettuano training di Reiki per infermieri. La formazione è gestita da Ava Wolf e Janet Wing 
  • Tucson Medical Center (TMC) - Arizona - Dal 1995 si eseguono trattamenti Reiki ai pazienti nei loro letti, per opera di volontari. Il Reiki si è diffuso prima in Oncologia, e poi gradualmente anche negli altri reparti.  
  • Portsmouth Regional Hospital - New Hampshire - Reiki offerto sistematicamente come servizio per i pazienti del reparto di Chirurgia dell'ospedale, da parte dei 20 membri formati al Reiki. Più di 400 pazienti hanno ricevuto trattamenti pre o post operazione dal 1997 ad oggi. Programma gestito da Patricia Alandydy, infermiera, Assistand Director of Surgical Service. 
  • California Pacific Medical Center - North California - E' uno dei più grandi ospedali della California. Al suo interno usa molte medicine complementari, tra cui Reiki. Programma gestito da due medici, Dr. Mike Cantwell e Dr. Amy Saltzman con successo: la lista di attesa è spesso sopra i 100 pazienti. I pazienti che reagiscono bene ai trattamenti di Reiki partecipano ad un corso di Reiki in modo da continuare ad auto-trattarsi, liberando il personale interno all'ospedale che può così trattarne altri.  
  • University of Michigan Medical School - Mary Lee Radka, infermiera, gestisce i corsi di Reiki all'interno dell'ospedale destinati a infermieri ed allo staff ospedaliero. Nell'ospedale è usato il Reiki, tra l'altro anche nel pronto soccorso.  
  • Ospedali del New England (USA) - Più di una dozzina di ospedali della regione hanno formato il loro staff al Reiki e lo applicano come cura complementare. 
  • Columbian Presbyterian Medical Center - New York - Dr. Mehmet Oz, noto cardiochirurgo, si fa aiutare da Julie Motz (operatore Reiki) durante le operazioni a cuore aperto ed i trapianti di cuore con ottimi risultati sul decorso post-operatorio. 
  • Marin General Hospital - Marin, California - Julie Motz (operatore Reiki) ha sperimentato Reiki durante le operazioni (ad. es. mastectomia) con ottimi risultati.  
  • Albert Einstein Healtcare Network - Philadelphia - True Gala conduce ricerche scientifiche sull'efficacia del Reiki in casi di AIDS avanzato. 
  • Dana-Farber Cancer Institute - Boston - Le cure complementari (CAM), tra cui Reiki, sono state integrate alle normali cure oncologiche. Conduce ricerche scientifiche sull'efficacia del Reiki ed altre discipline in oncologia. 
  • Warren Grant Magnuson Clinical Center of the National Institutes of Health (NIH) - Ann Berger, responsabile del Pain and Palliative Care Service (Servizio Dolore e Cure Palliative) dell'ospedale, nel 2000 ha introdotto il Reiki con successo in quest'ambito 
  • In Svizzera alcune assicurazioni e casse mutualistiche rimborsano i trattamenti di Reiki. Eccone alcuni: Groupe Mutuel (gruppo che comprende 15 assicurazioni diverse), Intras, Swica, La Caisse Vaudoise, Supra.

I dati sopra riportati sono i casi più importanti e conosciuti a livello internazionale. L’elenco non è esaustivo ed è in continuo aggiornamento. Le informazioni sono state reperite tramite internet sui principali siti nazionali ed internazionali sull’argomento.

 


Torna alla pagina "Reiki e Sanità"