OMS e discipline complementari

L'organizzazione Mondiale della Sanità e le discipline complementari 

Dichiarazione dell’OMS a Ginevra nel 1996:

“Ampi gruppi di popolazione in ogni Paese stanno usando approcci tradizionali e complementari per mantenere e curare la propria salute. 

In molti luoghi gli infermieri sono stati innovatori di questo movimento.

Alcuni di questi approcci complementari possono far parte di un piano terapeutico e favorire l'assistenza infermieristica.”

 

L'OMS segue con attenzione da anni il ritorno alle terapie non convenzionali e la loro diffusione, tanto che proprio nell'ambito del Centro per le medicine tradizionali dell'OMS sono state prodotte delle linee guida per la pratica dell'agopuntura e per la ricerca sulle medicine complementari. La traduzione italiana delle linee guida è stata presentata il 5 ottobre 2002 a Milano, nel corso di un convegno che si è svolto all'Università Statale. Durante il convegno Xiaroui Zhang, coordinatrice del Centro per le medicine tradizionali, ha elencato gli obiettivi del Centro OMS: favorire l'integrazione delle medicine complementari nei sistemi sanitari pubblici o assicurativi, produrre studi di efficacia sulle diverse terapie, fare in modo che le cure siano accessibili a tutti, ma nello stesso tempo distribuite in modo razionale.

 


Torna alla pagina "Reiki e Sanità"